Accedi al sito
Serve aiuto?
italiano
french
german
  • Tel: +41 78 975 55 70
  • wellnesspoint@vtx.ch

Nozioni Basilar 3


 

CREDERE per avere successo nel Network Marketing

Sia che tu credi di potercela fare oppure no, in ogni caso hai ragione.” - Henry Ford

In questo articolo parlerò di uno degli ingredienti più importanti della ricetta del successo nel Network Marketing. Forse èl’elemento più importante in assoluto, quell’elemento senza il quale niente può accadere e senza di cui l’unica emozione che puoi provare in questo business è la frustrazione di non realizzare mai niente. 

Questo elemento è la fonte suprema dell’energia che ti serve per andare avanti quando è difficile e non mollare mai. Questo elemento è l’unico che ti può portare dove puoi arrivare, dove vuoi arrivare e dove dovresti già essere. Questo elemento indispensabile si chiama: CREDERE

Ma credere in cosa? Sono tre le cose in cui credere. Se non crederai in tutte queste tre cose è impossibile fare strada nel Network Marketing. Anche se credi soltanto in due di queste tre cose, non basterà. La mancanza di fiducia nel terzo elemento frenerà la tua crescita, rallentandoti finché sarai immobile e non capirai perché il business non funziona, provando quell’odiosa sensazione del fallimento. 

Se invece crederai in tutte e tre le cose, raggiungerai l’armonia che attirerà le persone in modo da creare un business di successo. Quali sonoqueste tre cose in cui devi credere?

  1. Credere nel business
  2. Credere nel prodotto
  3. Credere in te stesso

 

Credere nel Network Marketing


Tu credi nel business che stai promuovendo? Dico sul serio: Credi che il Network Marketing possa essere per te un’opportunità di fare carriera come un aspirante medico, avvocato o commercialista crede che la strada che sta prendendo è quella giusta per la sua vita? Credi come loro che investire un paio d’anni nello studio e nel praticare il business possa ricompensarti nel tempo? Credi che sia possibile guadagnare nel Network Marketing? Credi nel potenziale del Network Marketing? 

Se non crederai come loro credono di poter diventare dei professionisti non prenderai sul serio questo impegno e sarà soltanto un tentativo. Dirai “Io ci provo!” come qualcuno che non ci crede. Inizieresti mai a studiare giurisprudenza per  “provare” a diventare un avvocato? Avrebbe senso sprecare tutti quegli anni di difficile studio per non andare fino in fondo e raggiungere quella metà?Avrebbe senso? Se non credessi che puoi farcela non prenderesti mai quella strada. 

Lo stesso vale per il Network Marketing. Devi crederci, non devi provarci soltanto. Questo lo sento dire sempre da molti leader ai meeting che le aziende organizzano. Infatti senza crederci non è possibile, ma non basta che qualcuno ti dica “devi crederci” perché tu ci creda, non è vero? E’ come se io credessi in un “dio diverso dal tuo” aspettandomi che anche tu ci creda soltanto perché ti dico “Devi crederci!”. Non funziona proprio così. 

Per poter credere in qualcosa, dobbiamo avere a disposizione delle informazioni e dei feedback, quindi delle prove. Non puoi credere nel Network Marketing se non hai una minima cultura di questo business. Il primo capitolo del libro L’opportunità è dedicato appositamente a questo e spiega i vari principi e ciò che devi sapere perché tu possa credere in questo business. Poi quando sai il perché, devi darti da fare per avere la conferma reale nella tua vita, raggiungendo un minimo di successo. Più riuscirai a confermare con dei risultati (anche se piccoli), più ci crederai fino al punto che niente ti potrà più fermare. 

Tu ci credi nel business?

Credere nel prodotto


Come ho detto all’inizio dell’articolo, credere soltanto in uno dei tre elementi (o anche in due di essi) non basterà. Non basterà quindi credere nel Network Marketing se non crederai anche nel prodotto che devi promuovere. A volte si crede nel business e si è totalmente convinti che è l’opportunità giusta che può fare la differenza nella propria vita, ma per qualche ragione non si riesce mai a fare quel salto, tanto desiderato. La ragione potrebbe essere il fatto che non si crede nel prodotto

Se non credi nel prodotto che stai promuovendo, se non credi che quel prodotto possa realmente migliorare la vita o la particolare situazione di vita (di salute, quella economica ecc.) di qualcuno non promuoverai quel prodotto. Ti sentirai bloccato. Vorresti farlo, ma in qualche modo eviterai di farlo ed evitandolo, ovviamente non raggiungerai i risultati minimi di successo di cui parlavo prima. Nella tua testa si creerà un conflitto. Da una parte crederai nel business, ma non capirai perché sei bloccato, perché non riesci a parlare a tutti con tanta passione del prodotto, perché in realtà è quello che ti fa guadagnare. E così si prova una frustrazione inutile. 

Anche qui, devi crederci! Ma di nuovo: Non basta che ti dica di crederci perché tu lo faccia, vero? Di nuovo hai bisogno di alcune informazioni e di alcune prove e qui, in questo campo di ancora un elemento.  Hai bisogno delle informazioni riguardo al prodotto e capire perché è migliore degli altri prodotti in circolazione, quindi devi conoscere benissimo il prodotto che promuovi. Devi poi avere la prova che il prodotto funziona e questo è di nuovo molto facile da verificare: lo provi! Se sei soddisfatto del risultato ottenuto, non puoi non crederci. 

Inoltre quel prodotto ti deve appassionare. In qualche modo devi tenerci particolarmente alla risoluzione del problema che quel prodotto fornisce o del bisogno che soddisfa. Credo per esempio, che se non sei una persona che ci tiene particolarmente alla cura della propria pelle, non potrai mai promuovere un prodotto che soddisfi quel bisogno. Se per esempio non sei appassionato di profumi, se non ti piacciono particolarmente, tanto da aver voglia di parlarne indipendentemente che lo fai per promuovere il business o no, sarà molto difficile per te. Credo che è straordinariamente importante scegliere un’azienda il cui prodotto ti piaccia davvero, in quanto tu non sei un venditore professionista che può vendere qualunque cosa a chiunque, ma soltanto una persona che fa passaparola di un prodotto di cui è innamorato e che la fa ai propri amici e conoscenti. Se non credi nel prodotto, non sarai credibile. Sentirai questo e avrai paura di promuoverlo.  

Credere in te stesso

credere in te stesso per avere successo nel mlm
Questo è l’elemento in cui devi credere per poter avere successo in qualunque campo della tua vita, non soltanto nel Network Marketing. Avere fiducia in se stessi e nelle proprie capacità dovrebbe essere il tuo obiettivo più importante perché se crederai in te stesso con tutto te stesso potrai spostare le montagne, potrai realizzare l’impossibile anche se sarai impossibilitato. 

Credere in se stessi e nelle proprie capacità di darà la forza di superare qualunque ostacolo, qualunque critica, qualunque paura e in questo mondo in cui il coraggio di inseguire i propri sogni viene ucciso già da quando siamo piccoli con frasi come “Non puoi”, “E’ impossibile”, “Smettila di sognare” questa qualità è una delle più preziose tra tutte. 

Quindi te lo dico con tutto il cuore, se qualcuno ti dice che non puoi farcela, "mandalo pure aff*****o"! E’ lui che non può, non tu. Tu puoi. Devi crederci assolutamente. Devi credere in te stesso, ma di nuovo: Basta che io ti dica che tu debba crederci per poterlo fare? No, non basta! Io ti posso ispirare a farlo ed è ciò che sto cercando di fare e che farò sempre attraverso questo blog e gli strumenti che ti metto a disposizione, ma tu devi fare tutto il possibile per credere in te stesso e anche qui, la soluzione è la stessa. 

Anche qui ti servono soltanto due cose: informazioni e prove. Ti servono informazioni riguardo al modo in cui funziona il tuo cervello e le tue paure e come utilizzare la propria mente a tuo vantaggio, non lasciando che siano i dubbi e le paure a controllarti, ma i tuoi sogni e i tuoi punti forti e soprattutto l’idea che la vita e breve e che un giorno rimpiangerai non aver inseguito quei sogni. E’ ciò di cui parlo nel secondo capitolo dell’Opportunità, ma anche in vari articoli di questo blog. Dopo aver capito come funziona il tuo cervello, devi avere le prove che puoi farcela. Devi dare la conferma alla tua mente che puoi farcela nello stesso modo in cui devi ottenere dei minimi risultati nel Network Marketing per poter credere in questo business. 

E come farlo? Assumendoti delle responsabilità e dei rischi, guardando sempre l’obiettivo e ciò che vorresti avere e non ciò che non hai. So che non è facile, ma ti dico che è possibile. Molti ce l’hanno fatta e non erano per niente diversi da te. Forse vivevano persino una vita peggiore della tua. Rischia di sbagliare e sbaglia, se necessario. Impara dai tuoi sbagli perché nessun mentore è più bravo di uno sbaglio. Impara e fanne tesoro delle informazioni che acquisisci e condividile con gli altri. Sbaglia finché raggiungi quelle piccole conferme che è possibile, che puoi farcela, in modo da rinforzare il tuo credo in te stesso fino al punto di essere totalmente convinto. Un passo alla volta. Un po’ oggi, un po’ domani, ma... 

NON TI FERMARE MAI!

Come chiudere un contratto 
nel Network Marketing

 

 

La capacità di chiudere un contratto è essenziale nel Network Marketing. Puoi lavorare con la miglior azienda del mondo, avere il miglior prodotto del mondo, fare la miglior presentazione del mondo, se non sai chiudere un contratto è tutto inutile.  E’ una capacità che devi acquisire assolutamente anche se non ti piace vendere.

Devi capire quando il tuo potenziale cliente è pronto e non andare oltre quel punto parlando di altri vantaggi dell’opportunità e rischiando poi di far perdere il suo interesse. Inoltre devi sapere come guidare la conversazione nella direzione giusta, facendo le giuste domande affinché lui ti dica di sì. 

Per chi non ha mai chiuso un contratto, chiedere dei soldi a qualcuno potrebbe essere una bella sfida, però anche questo, come tante altre cose, si può imparare. In questo articolo troverai degli spunti utilissimi per migliorare il tuo approccio. 

Il modo più veloce per farlo è quello di imparare da qualcuno che lo sa fare già, quindi invece che sia tu a chiudere un contratto, sarebbe meglio che all’inizio sia qualcun altro a farlo che è più capace di te. Questa persona potrebbe essere il tuo sponsor che ti insegna dal vivo come lavorare. Lo stesso dovrai fare tu per diventare un leader nella vendita e la chiave per riuscirci è l’ascolto. Sei capace ad ascoltare?

 

La magia delle domande nella vendita 
e nella sponsorizzazione

domande network marketing
Per chiudere un contratto è necessario saper fare domande perché attraverso le domande possiamo guidare la conversazione. La cosa peggiore che tu possa fare è parlare a raffica dei vantaggi e dei miracoli che il prodotto o l’opportunità possono fare. Non serve a niente. Se parli, non chiudi nessun contratto. Il segreto è fare domande e ascoltare. Fare domande e ascoltare. Fare domande e ascoltare. 

Quindi, ammesso che la persona che hai invitato a guardare la presentazione (dal vivo o su internet) l’ha fatto, non per farti un favore perché altrimenti non si sarebbe mai potuta liberare di te, ma perché prima di invitarla hai individuato un suo bisogno che il prodotto o l’opportunità potevano risolvere, procediamo a vederecome comportarsi per chiudere un contratto. 

Devi imparare a fare le domande giuste per guidare la conversazione verso le risposte giuste. Per esempio se tu chiedi al tuo potenziale partner alla fine della presentazione “Cosa ne pensi?” lui potrebbe darti sia una risposta positiva che una negativa. Può tirare fuori sia i pro che i contro e può rimanere sulla difensiva perché una domanda come questa gli permette di pensare a quello che vuole. In questo modo non si guida la conversazione verso la chiusura del contratto, anche se è molto meglio che parlare a raffica.  

 

La domanda magica per sponsorizzare 
nel Network Marketing

question1
La miglior domanda che tu possa fare alla fine della presentazione, che è anche la domanda che utilizzano i migliori venditori del mondo è: “Cosa ti è piaciuto di più di questa presentazione?” Perché è magica questa domanda? Perché le persone devono pensare alle ragioni per cui potrebbero essere interessate alla tua opportunità, quindi ai pro e NON ai contro. In questo modo loro rimangono positivi. Capisci come con questa domanda stai guidando la conversazione nella direzione giusta? 

Oltre a questo vantaggio, questa domanda ti permette di scoprire anche le VERE ragioni per cui il tuo potenziale partner potrebbe voler collaborare con te. Di solito facciamo lo sbaglio di pensare che le persone iniziano a fare l’attività per le stesse ragioni per cui abbiamo iniziato a farla anche noi, ma non è così. Le persone agiscono per motivi diversi e sono quei motivi che dobbiamo individuare ed evidenziare per concludere il contratto. Per quello la chiave della chiusura sta nell’ascolto e non nel parlare. 

Cosa fai se la persona invece di risponderti in modo positivo, cioè dicendoti cosa le è piaciuto di più, ti risponde dicendoti qualcosa di negativo, qualcosa che non gli è piaciuto? La maggior parte della gente inizierebbe ad argomentare e convincere, parlando! Ma cosa abbiamo detto prima? Il contratto come si chiude,parlando? No. Il contratto si chiude guidando la conversazione attraverso domande. Quindi che domanda potresti fare a questo punto? 

Senza interrompere e senza andare contro il tuo potenziale partner dovresti chiedere “C’è qualcosa invece che ti è piaciuto della presentazione?” In questo modo riprendiamo la guida della conversazione e se la persona risponde di nuovo in modo negativo, molto probabilmente non è interessato alla nostra opportunità. E allora? Allora devi accettarlo. Se non è interessato, amen! Devi rispettare le sue decisioni e ringraziargli per l’onestà chiudendo la conversazione in modo positivo, magari cambiando argomento.  

 

Cosa fai invece se ti risponde in modo positivo?

rispondere in modo positivo alle domande
Cosa devi fare se ti dice qual è la ragione per cui gli piace l’opportunità? Devi ascoltare! Devi ascoltare! Devi ascoltare e memorizzare la risposta perché ti sta dando la miglior informazione di cui hai bisogno per chiudere il contratto. Una volta che ti ha detto qual è la ragione, dovresti continuare a fare domande per approfondire. 

Dovresti chiedere: “Perché ti è piaciuto questo?” In questo modo lui continua ad autoconvincersi che gli piace e si sta vendendo da solo. Puoi chiedere anche “Ti è piaciuto solo questo?” In questo modo guideresti la conversazione nella direzione giusta, facendo vedere che i bisogni che hai individuato prima della presentazione possono essere risolti in una maniera che a lui piace. Magari è il prodotto che gli piace, o magari sono i modi di guadagnare. Non importa quale sia la ragione. Bisogna solo individuarla per poi sottolinearla nella chiusura finale

A questo punto lui potrebbe avere delle obiezioni, ma le obiezioni sono una cosa positiva, non negativa. Per imparare di più sulle obiezioni e su come fare per superarle leggi questi due articoli: gestire obiezioni e superare obiezioni. Se invece non ha delle obiezioni, non devi spiegare nient’altro. Devi chiudere il contratto.  

 

La chiusura del contratto

Stai calmo e chiudi il contratto
Visto che ha manifestato interesse e gradimento verso l’opportunità, verso l’azienda o verso il prodotto, dicendoti quali sono questi elementi che gli sono piaciuti, devi dare per scontato il fatto che lui voglia fare parte del tuo team e fare una domanda tipo “Hai qualche altro dubbio prima di iniziare?” oppure “Con quale pacchetto vuoi iniziare?”  

Non devi assolutamente piu' parlare o cercare di convincerlo. Sorridendo, passagli il contratto e la penna!

  Se sei appassionato di Network Marketing e se vuoi approfondire ancora di più l’argomento ti consigliamo di leggere anche il nostro ebook!  

 

Chi non diventerà mai leader

 

Alcune persone non diventeranno mai leader. Mi dispiace dirlo. Alcune neanche vogliono diventarlo, ma tra quelli che lo vogliono fare, ci saranno tante persone che non lo diventeranno mai per via di alcuni comportamenti sbagliati, di alcuni errori che difficilmente si rendo conto di commettere (di nuovo e di nuovo e di nuovo). Basta andare ad un meeting di Network Marketing e vedere la percentuale di persone che non sono leader, nonostante il fatto che tutti aspirino a quella posizione. 

Questo articolo vuole parlare dei 3 errori più comuni che i leader commettono e ovviamente anche delle soluzioni per risolvere questi problemi. Prima di tutto cerca di aprire la tua mente ed essere sincero nella valutazione di te stesso mentre leggerai e se ti ritieni di far parte di una delle categorie sottostanti, non avere paura di ammetterlo e di cambiare qualcosa. Il cambiamento è ciò che i leader perseguono e quindi devono essere i primi ad essere disposti a cambiare. 

Questi problemi comportamentali derivano da alcuni limiti mentali che le persone hanno, limiti che possono essere superati, se si ammette di averli. Per quanto qualcuno cerca di seguire tutte le regole del business, se fa parte di una delle 3 categorie di persone di cui tratteremo e non fa il cambiamento, non diventerà mai un leader. Vediamo ora quali sono questi tipi di “non-leader”.  

 

1. Voglio essere un leader

Toddler Standing in Father's Shoes
Questa è la prima categoria di persone che non diventeranno mai dei leader perché invece di vedersi come dei leader si vedono come delle persone che vogliono diventare leader. Invece di guidare altre persone, sentono che prima di farlo deve accadere qualcosa di speciale, come per esempio essere nominato leader. 

In altre parole queste persone hanno bisogno del permesso o dell’approvazione di qualcun altro per sentirsi pronti e se non hanno il bisogno di questo permesso, il loro non sentirsi ancora pronti può derivare da una ragione personale, come per esempio l’età “Sono troppo giovane!”, la mancanza di risultati “Non sono ancora un leader leader perché non ho ancora realizzato niente” o altre ragioni di questo genere. 

Ne ho già parlato di questo problema nell’articolo Cosa significa essere leader. Il fatto è che per iniziare a essere leader l’unico che deve darti il permesso sei tu. Ho detto “per iniziare” perché dopo aver iniziato, dopo aver coinvolto qualcuno a seguire la tua causa, dovrai continuare a farlo e loro dovranno continuare ad accettare la tua leadership. Qui potrebbero volerci altre capacità, ma se non inizi mai, senza il permesso di nessuno, non potrai mai passare al next level. 

Quindi smettila di vederti come una persona che deve ancora diventare leader. Se vuoi davvero diventarlo inizia ad esserlo adesso. Inizia a dire cosa pensi. Inizia a fare qualcosa. Inizia a prendere una posizione e a guidare, ma inizia subito. Il tuo pensiero deve essere “Io sono un leader”, non “Io voglio diventare leader”!  

 

2. I fanatici delle novita'

icona new
Queste persone che non diventeranno mai dei leader hanno un debole per le novità. Sentono sempre il bisogno di partecipare ad un nuovo corso di non so quale guru del Network Marketing o di Intelligenza Finanziaria. Sentono il bisogno di finire di leggere chissà quale nuovo libro che spiega chissà quale nuova tecnica magica di PNL prima di iniziare ad agire. Sentono sempre il bisogno di far parte del progetto più innovativo che c’è sul mercato, cambiando magari azienda ogni due mesi o ogni volta che qualcuno gliene parla di una nuova. 

Sono sempre al corrente con le ultime novità e le propongono sempre ai loro amici. Anche se loro si sentono dei leader e non hanno il problema spiegato sopra del “Non sono ancora un leader”, non lo sono e non lo saranno mai perché tutte queste novità miracolose, non fanno altro che distrarre i loro partner dal raggiungimento dei loro obiettivi. Invece di aiutarli portare a termine dei compiti e a rimanere focalizzati su ciò che conta, questo tipo di leader fa proprio l’opposto. Se senti di far parte di questa categoria (se hai sempre bisogno di novità o di lavorare con aziende nuove) pensa ai risultati che hai raggiunto tu e il tuo team nell’ultimo anno e chiediti se vuoi avere lo stesso risultato anche per il prossimo anno. 

Se la risposta è no, prova almeno a tenere per te tutte queste novità e a non condividerle con gli altri per almeno due settimane - un mese. Se il nuovo libro, se la nuova tecnica di vendita ecc. ti hanno aiutato davvero, allora puoi condividere questo con i tuoi partner, ma se no, non distrarli. Aiutali a rimanere concentrati.

 

3. Il genio stratega indeciso

genio indeciso
Questo tipo di leader è molto particolare. E’ un pensatore nato, uno stratega che dedica tutto il suo tempo a definire un piano perfetto da seguire per raggiungere degli obiettivi molto importanti.  Pensa sempre a migliorare tutto, ma invece di farlo si perde nella definizione delle strategie e non riesce a guidare nessuno appunto perché tira fuori sempre un obiettivo nuovo e una strategia nuova, prima ancora di attuare quella precedente. 

Così facendo porta il suo team da una parte all’altra, facendo perdere la pazienza a tutti, demotivandoli e tante volte facendoli persino abbandonare il team. Il problema non è la qualità delle sue idee, dei suoi piani e delle sue strategia, perché sono ottime. Lui in realtà è un genio, ma purtroppo non riesce a concludere nulla appunto per via della sua mancanza di focus su una sola strategia

Con lui è come salire sul taxi di qualcuno che conosce 7 modi per arrivare ad una destinazione, ma che non riesce a decidere quale strada seguire. E se lo fa, dopo qualche km cambia di nuovo strada, e di nuovo e di nuovo, senza arrivare mai dove deve arrivare. Se anche tu fai parte di questa categoria di leader, ti consiglio di farti un esame di coscienza e di chiederti se il dove sei ora è il risultato di questo tipo di comportamento

Se la risposta è sì, forse dovresti smettere di cercare nuovi modi per realizzare i tuoi obiettivi e iniziare a realizzarli, scegliendo una sola strategia, implementandola e lavorando finché avrai portato a termine il tuo compito.  

Conclusioni

  1. Un vero leader non sente il bisogno dell’approvazione di qualcuno per essere leader. Lui non vuole diventare leader. Lui guida e basta.
  2. Un vero leader non cerca sempre delle novità e aziende nuove per realizzare i suoi obiettivi. Lui sceglie una sola azienda e non distrae i suoi partner. Li aiuta a rimanere concentrati su ciò che conta.
  3. Un vero leader non cambia sempre strategia. Ne sceglie una e poi pensa a implementarla e a portare a termine il suo compito.

Tu sei un leader? Sei concentrato sui tuoi obiettivi? Hai una strategia? Stai aiutando i tuoi partner a percorrere la strada giusta? Se vuoi imparare di più sulla Leadership nel Network Marketing e su come lavorare con i tuo i partner leggi anche il nostro ebook.  

 

 

Il segreto del successo nel Network Marketing 
LA REGOLA PIU' IMPORTANTE

 

Siete alle prime armi e non sapete come proporre il prodotto o il business? Non sapete come fare per trasmettere il valore dell’opportunità che state promuovendo? Non sapete come fare per non infastidire i vostri potenziali clienti? Vorreste sapere qual è il miglior approccio per ottenere un sì dai vostri potenziali partner? Vorreste sapere qual è il segreto eterno per delle partnership durature? 

Esiste una regola eterna del successo che non cambierà mai, una regola che farà che la vostra attività sia duratura e che i vostri clienti e partner vi amino e preferiscano collaborare con voi più che con chiunque altro. Esiste un segreto che i più grandi leader conoscono e che applicano continuamente. Esiste un principio chiave del successo che funziona praticamente in ogni ambito della vostra vita e che ancora di più funzionerà nel Network Marketing in quanto questo business si basa sulle relazioni umane. 

Ho pensato di scrivere questo articolo perché molti lettori del blog mi fanno tante domande su come devono comportarsi in varie situazioni e mi sono reso conto che, applicando il principio di cui vi parlerà adesso, troverete sempre voi stessi le risposte. Come sapete a me piace responsabilizzare le persone e farle pensare con la propria testa. 

Secondo il mio punto di vista un vero leader non offre solo delle risposte, ma aiuta i propri partner a trovarle da soli in modo che non debbano sempre aver bisogno di lui, ma che possano usare la propria creatività per risolvere qualunque questione ed essere indipendenti.

 

Di quale regola si tratta?

regole network marketing

Qual è questa regola d’oro che vi aiuterà nell’attività di Network Marketing e anche nella vostra vita? Questa regola d’oro ha radici in molte culture diverse.Importanti filosofi tra cui Pittaco, Talete, Isocrate, Epitteto e personaggi religiosi come Gesù e il Buddha l’hanno formulata in modo diverso. Si tratta dell’etica della reciprocitàche è un valore morale fondamentale che stabilisce questo:

“Uno deve trattare il prossimo come vorrebbe essere trattato e non dovrebbe mai trattarlo come a lui non piace essere trattato.”

E’ un principio molto semplice che dovresti sempre tener presente quando non sai come comportarti. Per esempio se tu volessi parlare di un prodotto ad un amico e non sai come farlo, dovresti chiederti: “Se fosse lui a volermi parlare di un prodotto come vorrei che facesse?”, “Mi piacerebbe che lui mi chiamasse ogni giorno, quattro volte al giorno per piazzarmi quella roba?”, “Mi piacerebbe che lo facesse in questa occasione?” ecc.. 

Devi semplicemente pensare a come piacerebbe a te che qualcuno si comportasse nei tuoi confronti ed essere tu ad avere quel comportamento. 

Lo stesso vale anche per il reclutamento. “Come ti piacerebbe che qualcuno ti parlasse dell’opportunità?”, “Ti piacerebbe che fosse insistente?”, “Vorresti che ti dicesse delle bugie e delle mezze verità?”, “Vorresti che te ne parlasse come se fosse un’opportunità affinché tu risolva i tuoi problemi o come se fosse un’opportunità affinché lui risolva i suoi problemi?”

 

Perche' questa regola funziona sempre?

regola mlm che funziona sempre

La regola d’oro funziona sempre perché tutti vorremmo essere trattati bene e con rispetto e quando ciò succede non possiamo comportarci male. Non possiamo non prendere in considerazione le parole o la proposta di qualcuno. Non possiamo dire NO senza almeno ascoltare con rispetto. Ancora di più non possiamo farlo se queste persone sono i nostri amici. 

Questa regola funziona sempre e se ci sembra che non sia così, che il mondo sia cattivo, che la gente ci vuole fregare, che sia tutta una questione di interessi e niente di più, come dice Gandhi, “dobbiamo essere il cambiamento che vogliamo vedere nel mondo”. Dobbiamo essere noi i primi a trattare gli altri come vorremmo essere trattati. Dobbiamo essere noi i primi a dare per poter ricevere. Dobbiamo essere noi i primi ad ascoltare se vogliamo essere ascoltati. 

Questo è un business di persone che può generare entrate a lungo termine e successo per tutti, soltanto se le persone sono felici di lavorare insieme. Non è un business dove devi vendere un prodotto e scomparire nel nulla per poi goderti quel poco ricavo che hai ottenuto. La cosiddetta rendita può essere generata soltanto se la regola della reciprocità, cioè la regola d’oro è applicata sin dal principio, sin dal primo contatto che abbiamo con il nostro potenziale cliente o partner.  

 

Un esercizio che puoi fare oggi

esercizio mlm che puoi fare oggi

Sono sicuro che, come me, anche tu hai delle domande sull’attività di Network Marketing, su quale sarebbe il miglior modo per approcciare il cliente, su come dovresti agire o reagire in varie circostanze. Non abbiamo tutte le risposte e dei dubbi li avremmo sempre. 

Se questo è vero anche per te, dovresti elencare su un pezzo di carta tutte le domande che hai riguardo all’approccio verso il prossimo e poi rispondere pensando acome vorresti essere trattato tu in tutte quelle circostanze. Non rimandare! Fallo adesso! 

Hai chiamato oggi un tuo potenziale cliente volendogli parlare del business? Come lo hai fatto? Se dovesse essere lui a farlo con te, come vorresti che lo facesseaffinché tu gli possa dire “Sì, mi piacerebbe lavorare con te?” Quali regole dovrebbe rispettare affinché tu ti senta ok a collaborare con lui? 

Non importa quanta esperienza hai nel business. Non importa quanto sei bravo a vendere. Non importa quanto sei bravo a comunicare SE RISPETTI QUESTA REGOLA. Tante persone che entrano a far parte del business raggiungono il successo non perché sono dei bravi venditori, ma perché hanno un grande cuore e trattano gli altri come vorrebbero essere trattati loro. Si comportano da amici e questo attira le altre persone come una calamita. Non impongono pressione perché a loro non piace la pressione. Non “rompono le p***e” perché a loro non piace che qualcuno lo faccia con loro. Queste persone fanno sempre tutto col massimo rispetto per gli altri. 

Come potrebbero le persone non seguirli? Come potrebbero le persone non rispettarli? Come potrebbero le persone mancare ad un appuntamento se una persona così le invita da qualche parte? E’ impossibile e chi lo fa (perché purtroppo qualcuno lo fa) significa che non è un buon partner. Significa che non è qualcuno con cui si potrebbe lavorar bene. Quindi non ti preoccupare dei no che potresti ricevere. Preoccupati solo di trattare gli altri come vorresti essere trattato. Questo è l'unico modo per creare delle relazioni durature con i tuoi partner. 

Se vuoi scoprire quali sono le altre regole essenziali della leadership nel Network Marketing, cioè quelle regole che NON POSSONO MAI ESSERE INFRANTE in questo business, non esitare a leggere l'ebook L'opportunità!  

 

Lavorare con il cuore

Ti piace il lavoro che fai? Quanto ti piace questo lavoro? Esiste qualche altro lavoro in questo mondo che se lo facessi ti renderebbe più felice, più soddisfatto e più fiero di te stesso? Credo che queste domande sono tre delle domande più importanti che tu ti possa mai fare. Dato che il lavoro occupa gran parte del nostro tempo (nella maggior parte dei casi le persone lavorano 8 ore al giorno per 6 giorni alla settimana) scegliere il lavoro giusto non è una cosa che dovrebbe essere lasciata al caso. 

Secondo Silvano Agosti lavorare 8 ore al giorno per 6 giorni alla settimana è “la cosa più pezzente che si possa immaginare!” Nel suo discorso egli afferma: “Come si fa a rubare la vita agli esseri umani? Pensa questi bastardi, che mi stanno rubando l’unica vita che ho… perché non ne avrò un’altra. Ho solo questa. E loro mi fanno andare 5 volte – 6 volte alla settimana e mi lasciano un miserabile giorno, per fare cosa? Come si fa in un giorno a costruire la vita?” 

Clicca sul video sottostante per sentire tutto il suo discorso. E’ fantastico. (Se per caso non funziona il link leggi l'articolo sul blog.)


 

Cosa ne pensi tu?

Secondo me ha ragione. Nel suo discorso egli riassume il mio pensiero riguardo al lavoro tradizionale. Purtroppo la nostra società è evoluta in questo modo ed è per questo che credo che non possiamo lasciare al caso una scelta così importante per le nostre vite. Il Network Marketing ci permette di sfuggire a tutto questo

Nell’articolo Come motivare le persone nel Network Marketing ho chiesto ai lettori di questo blog quali sono le ragioni che li hanno spinti a scegliere quest’attività. Non li ho influenzati in nessun modo e più di 45 commenti confermano che hanno fatto questa scelta per diventare liberi/padroni delle proprie vite e di se stessi. E’ questa la ragione principale che li ha spinti a diventare partner o a non mollare l’attività. 

Non credo che la maggior parte di loro sperano di arrivare a guadagnare milioni di euro all’anno, ma vogliono solo essere liberi finanziariamente e non dipendere più da un lavoro che ci porta via tutto il tempo, quel poco tempo che abbiamo in questa breve vita per essere felici e goderci quello che ci circonda, indipendentemente che si tratti della nostra famiglia, della natura o di qualunque altra cosa. 

Molte persone che sentiamo parlare ai meeting non affermano che stanno svolgendo l’attività del Network Marketing per guadagnare di più (perché alcuni di loro erano già benestanti prima), ma perché non avevano mai tempo per fare nulla.A cosa servono i soldi, se non hai tempo per spenderli?  

 

Perché le persone continuano a fare lo stesso lavoro?

odio il mio lavoro

Non so sinceramente come mai la maggior parte delle persone fanno dei lavori che non amano e continuano a farli per tutta la vita. Non so perché si lamentano e perché accettano questo tipo di vita che può essere cambiata solo da loro. Forse perché non sanno che si può avere di meglio. Forse perché tante cose che vengono insegnate nell’industria del Network Marketing (come per esempio pensare in positivo, lavorare per obiettivi, lavorare in squadra, aiutarsi a vicenda) a loro non sono mai state insegnate. 

Io già a 18 anni ero terrorizzato dal pensiero che avrei dovuto svegliarmi presto ogni mattina per andare a lavorare da lunedì a sabato e che avrei dovuto fare questo per il resto della mia vita. Forse ero terrorizzato da questo pensiero perché avevo iniziato a lavorare già a 14 anni mentre andavo anche a scuola e perché non avevo mai tempo libero (ne soldi) già a quell’età. 

In fondo credo che non tutto il male viene per nuocere e che tante volte ci vuole un po’ più di sofferenza per fare certe scelte e per capire che tante persone intorno a noi possono essere nella stessa situazione. Quando si sta benissimo e non si vivono certe difficoltà non possiamo capire totalmente chi le sta vivendo. Se non siamo in grado di capire queste cose, come possiamo aiutare le persone? E adesso arrivo all’essenza di questo articolo che ho intitolato “Lavorare con il cuore”.  

 

Cosa significa lavorare con il cuore?

lavorare con il cuore nel Network marketing

Lavorare con il cuore non significa soltanto fare qualcosa che ci piace. Quella è la prima condizione affinché la nostra vita non diventi una continua frustrazione vissuta ogni giorno. Se tu sei fatto per avere a che fare con le persone, di certo non è la cosa più bella del mondo lavorare come ragioniere in un ufficio, dietro ad una scrivania dove non entra nessuno oltre a te. 

Se le tue capacità, se i tuoi talenti cioè tutto quello che tu possiedi dentro e che ti è stato concesso dalla natura affinché la tua vita sia più facile non vengono utilizzate e ciò che fai non si fonda su quelle capacità/talenti sarà molto difficile avere successo ed essere felici. Lavorare con il cuore non significa solo questo, ma molto di più. 

Lavorare con il cuore significa
 avere a cuore le persone ed essere interessate nei loro confronti. Significa provare un interesse genuino verso le loro vite e verso ciò che è importante per loro. Significa voler bene alle persone e non vederle come oggetti da usare per arrivare ai propri obiettivi. Ho già parlato delle persone false e disoneste e che queste non avranno mai successo nel Network Marketing, ma ciò che voglio che tu capisca è qualcosa di molto importante. 

Quando noi pensiamo al lavoro, pensiamo sempre a come fare soldi, a come monetizzare, a come fare per incrementare le entrate. Non pensiamo alle persone.Pensiamo magari “Quante persone devo far entrare nell’attività per arrivare alla qualifica di X?”, ma non a “Quali saranno i reali obiettivi di questa persona? Che problemi vorrebbe risolvere questa persona? Quali sono le cose più importanti per questa persona?” ed è qui che sbagliamo. 

Non sto dicendo che chiunque faccia Network Marketing abbia questo approccio, ma per il modo in cui siamo stati abituati a lavorare quando pensiamo al lavoro, pensiamo in termini di numeri, in termini di quantità e non in termini di persone, non in termini di emozioni, non in termini di bisogni e desideridegli altri.  

 

Quanto sei realmente interessato al bene del tuo potenziale partner?

quanto ti interessa il bene del tuo cliente

Se dovessi chiederti cosa vuole realizzare nella sua vita l’ultimo partner che hai sponsorizzato e quali sono i suoi valori più importanti, sapresti darmi una risposta abbastanza soddisfacente che se lui ti sentisse ci sarebbero abbastanza probabilità che dica: “Sì, il mio sponsor ha ragione. Voglio questo!” 

Se non sai la risposta a questa domanda, sappi che ciò che devi fare in questo momento è questo: conoscere il tuo partner e apprezzarlo per quello che è. Ti ha dato fiducia diventando partner. Non criticarlo mai. Non giudicarlo mai. Non mettere mai nessuna etichetta su nessuno di loro e cerca solo di capire come puoi aiutarlo. Chiedigli “Come posso aiutarti?” 

Prova per una settimana o un mese a non pensare più a niente di economico, a quante persone devi sponsorizzare, a come fare per monetizzare di più. Non pensare ai soldi. Pensa solo a conoscere le persone e a trattarle come se fossero gli individui più importanti che conosci. 

Vedrai un inspiegabile miglioramento nella tua attività di Network Marketing e anche nella tua vita.




Ciao, 

Prima di tutto voglio ringraziarti per esserti iscritto alla Newsletter di InfoNetworkMarketing.org. Forse ti sarai chiesto "Come mai non ho ancora ricevuto nessuna mail?" e adesso ti risponderò dandoti anche una buona notizia

Non hai ricevuto ancora nessuna mail perché ho dedicato tutto il mese di Marzo all'ultimazione di un progetto molto importanteal quale ho lavorato parecchi mesi e finalmente l'ho finito. Si tratta di uno strumento di lavoro richiesto da molti lettori del blog e ora, dato che è pronto, è arrivato il momento di svelarvelo a tutti. 

Le persone che hanno messo "Mi piace" alla pagina facebook Info Network Marketing hanno già saputo di che cosa si tratta qualche giorno fa, quando abbiamo superato 1000 fan e hanno potuto entrare in possesso di questo utile strumento appena lanciato ad unprezzo davvero speciale

Di che cosa si tratta? 

Si tratta di un libro dedicato al Network Marketing. Si tratta di una delle più complete guide appositamente progettate per aiutarti nello sviluppo della tua attività di Network Marketing. Si tratta di uno strumento di crescita personale che ti offra quindi, non solo delle idee per far crescere il tuo business, ma delle idee per far crescere TE all'interno del business e I TUOI PARTNER, affinché diventiate delle persone più sicure di voi e con una forte attitudine nei confronti della vita e dell'attività. 

Può darsi che tu non abbia bisogno di diventare più sicuro di te, ma molti dei tuoi partner sì e tu avrai a disposizione le idee per ispirare loro fiducia in se stessi e non soltanto. Potrai diventare il tipo di persona che tutti vogliono seguire. 

Ma non finisce qui. Se vuoi scoprire di più, clicca qui


Riguardo alla Newsletter, dato che il libro è pronto, anche io sono pronto per pubblicare nuovi articoli. La bella notizia è che potrai utilizzare questi articoli come ulteriore strumento di lavoro. Ogni volta che io pubblicherò un articolo, questo articolo verrà mandato nella tua mail e tu potrai leggerlo e utilizzare le informazioni per migliorare il tuo approccio al business, ma nello stesso tempo, potrai inviare la mail che ti manderò anche ai tuoi partner in modo da tenerli sempre attivi e motivati. Potrai quindi offrire loro formazione soltanto con pochi click. 


A presto,
Caron

6 sbagli da NON fare nel Network Marketing

 

A volte fare un errore è l’unico modo per imparare una lezione importante, non solo perché facciamo qualcosa che non sappiamo essere sbagliato, ma soprattutto per il prezzo (economico o non economico) che dobbiamo pagare e che non vorremmo pagare di nuovo la prossima volta. Infatti la lezione che impariamo è composta da due elementi: ciò che dovevamo sapere e la motivazione conseguente per non commettere lo stesso errore di nuovo. 

Questo significa che possiamo imparare a fare Network Marketing solo sbagliando o ci sono degli sbagli che qualcuno ha commesso prima di noi e possiamo imparare da loro cosa NON bisogna fare? La risposta dovrebbe essere intuitiva e la prima persona che ci dovrebbe venire in mente è forse il nostro sponsor. 

Nello stesso tempo dobbiamo anche pensare che noi stessi siamo degli sponsor e che dovremmo condividere con la nostra downline lezioni preziose del nostro percorso. In questo articolo imparerai 6 errori che non devi commettere nel Network Marketing. Ti consiglio anche di condividere questo articolo con i tuoi partner. Quali sono questi errori?  

 

1. Svolgere l’attivita' senza sapere cosa stiamo facendo

business ad occhi bendati
A volte iniziamo l’attività di Network Marketing senza sapere cos’è quest’attività e come dovrebbe essere svolta. Iniziamo di testa propria senza un’adeguata formazione e ovviamente facciamo subito gli errori più grossi rischiando persino di perdere i nostri amici perché non li abbiamo approcciati nel modo giusto o di lasciar perdere quest’attività perché non conoscevamo le sfide ad essa collegate

Non fare di testa tua. Chiedi aiuto al tuo sponsor o a qualcuno che è in grado di dirti cosa devi e cosa non devi fare. Leggi il nostro ebook. Partecipa ai corsi di formazione e assicurati di aver compreso come funziona il business cercando di diventare più professionale che puoi. La professionalità deve essere il tuo obiettivo n.1.

 

2. Non lavorare con il cuore o diventare emotivamente attaccato

emotivamente attaccato
Il Network Marketing è un business di persone, dove le relazioni umane hanno un ruolo fondamentale. Per questa ragione è assolutamente importante lavorare con il cuore. Impara come farlo leggendo questo articolo. Un problema che nasce spesso quando lavoriamo con il cuore è l’attaccamento ai risultati dei nostri partner

Vogliamo che anche loro abbiano successo e se non lo hanno, ci sentiamo responsabili e in colpa, rischiando a volte di rallentare il business per motivi e fatti che non sono e non possono essere sotto il nostro controllo. Di conseguenza assumersi responsabilità per cose che non possiamo controllare non può far altro che aumentare la nostra frustrazione. 

Un vero leader sa fino a che punto è responsabile nei confronti dei propri partner. Se vuoi sapere qual è la tua responsabilità leggi anche questo articolo: La responsabilità del leader verso il suo team.  

 

3. Implorare a fare Network Marketing

non abbassarti troppo
C’è un attitudine vincente che dobbiamo assolutamente acquisire se vogliamo avere successo in questo business. Se ci comportiamo come dei bambini senza nessuna professionalità e senza nessun rispetto verso noi stessicercando di piacere agli altri a qualunque costo, non arriveremo molto lontano. 

Non dobbiamo implorare nessuno a fare Network Marketing, umiliandoci, né dobbiamo guardare male e criticare chi non vuole far parte del nostro business. Dobbiamo essere professionali e cercare le persone giuste, avendo un modo di fare caratteristico di una persona di successo, che non ha bisogno assolutamente di convincere qualcuno a lavorare con lui. Se ti dice di no, rispetta la scelta del tuo potenziale cliente e vai avanti. 

Comportati come si comporterebbe il presidente della tua azienda.  

 

4. Parlare male degli altri

parlare male degli altri
Molto spesso, i partner delle aziende concorrenti fanno un grande sbaglio e parlano male delle altre aziende oppure dei leader di quelle aziende. Il risultato finale di questo comportamento è negativo perché gettano fango sull’industria del Network Marketing, cioè sull’industria in cui loro stessi operano. 

Non c’è alcun beneficio per nessuno se ci comportiamo così. Cerchiamo di avere rispetto per gli altri anche se sono i nostri concorrenti. Se qualcuno ha avuto una brutta esperienza in un’azienda di Network Marketing, cerchiamo di capire qual è il problema e aiutare quella persona a cambiare la sua visione. 

Ho approfondito questo argomento nell’articolo: Non parlare male delle altre aziende. Ti consiglio di leggerlo e di condividerlo con i tuoi partner.  

 

5. Mentire e dare testimonianze false

mentire nel business
Alcune persone senza esperienza, per persuadere altri a collaborare con loro, inventano informazioni poco veritiere riguardo al prodotto o all’azienda con cui collaborano. 

Questa è una cosa che non devi assolutamente fare, non solo perché è non etico e illegale, ma soprattutto perché questo ritornerò contro di te. Se non sai rispondere ad una domanda, non inventare una risposta e non avere paura di non saperla. E’ vero che più cose sai meglio è, ma è umano non sapere tutto

Informa il tuo potenziale partner che preferisci non inventare una risposta e che ti informerai. Anzi se puoi farlo subito, chiamando il tuo sponsor o qualcuno all’interno dell’azienda, non esitare a farlo. Ma non mentire assolutamente. Sii professionale.  

 

6. Mollare prima di iniziare a camminare

imparare a camminare
Commettendo gli errori sopraelencati può succedere che dobbiamo accettare dei fallimenti difficili da accettare. Può succedere che perdiamo la voglia di continuare a sbagliare. Può succedere che prima di iniziare di nuovo a lavorare per realizzare i nostri sogni ci passi un bel po’ di tempo, ma la cosa di cui dobbiamo essere coscienti è che prima di iniziare a correredobbiamo imparare a camminare e per imparare a camminare bisogna cadere un paio di volte. 

Devi essere come un bambino che deve imparare a camminare. Non importa quante volte cadi. Provi ad alzarti di nuovo e di nuovo e di nuovo finché impari a stare in piedi, finché impari a fare il primo passo, senza perdere l’equilibrio. Non è facile, ma è l’unico modo per farcela! La pratica rende perfetti. Un passo alla volta. 

Come arricchirsi in fretta con il Network Marketing

E’ possibile arricchirsi in fretta attraverso il Network Marketing oppure bisogna lavorare tanti anni prima di diventare ricchi? Sappiamo che il Network Marketing ci permette di utilizzare il principio dell’effetto leva per duplicare i nostri sforzi, ma quanto ci vuole prima di diventare ricchi? E’ possibile fare i soldi in fetta oppure no? 

Spero che leggendo il titolo di questo articolo tu non abbia avuto una maggior speranza di diventare ricco in fretta e spero che il pensiero che ti ha fatto venire in mente fosse un pensiero di (forte) scetticismo nei confronti di una simile promessa. Infatti il titolo è stato scelto apposta affinché tu possa confermare ora se ti stai illudendo oppure se sei con i piedi per terra. 

La risposta alla domanda non è “Non si può diventare ricco in fretta”, perché anche questo è possibile, ma non per chi ha iniziato l’attività oggi, bensì per chi ha già dedicato anni e anni a imparare il sistema e sa come muoversi, chi contattare ecc., e anche in questo caso non succede in un giorno

Il problema è che si pensa sempre che bisogna solo trovare un paio di persone e per magia i nostri conti correnti iniziano a riempirsi. In teoria è così. In pratica, no. Ci vogliono un paio d’anni per vedere dei risultati importanti.  

 

Perché la gente molla molto presto?

mollare l'attività di network marketing
La gente molla nei primi mesi perché iniziano pensando che si possa diventare ricchi in fretta e senza lavorare. Anche se affermano il contrario, sperano di poter guadagnare somme importanti in tempi molto brevi, anche se non sanno cosa devono fare e come farlo. 

Un motivo che sta alla base di questa falsa aspettativa è che spesso, lo sponsor non dice che è difficile perché ha paura di perdere il potenziale partner e la fa sembrare molto più facile di quanto in realtà è. Il business è semplice, ma non è facile e se diciamo il contrario magari riusciremo a sponsorizzare qualche persona in più, ma alla fine saranno molti di più a mollare. 

Dire la verità è essenziale. Se le persone accettano di fare Network Marketing sapendo la verità, le probabilità che mollino sono molto più basse perché hanno delle aspettative più realistiche e sanno qual è il prezzo da pagare, oltre ad averlo accettato. Un’altra ragione per cui le persone mollano è che molte non sono abituate a pensare a lungo termine sapendo che per avere successo bisogna prima “sudare” e poi godersi i frutti del proprio investimento. Infatti non pensano in termini di investimenti, bensì di soddisfazioni immediate. Molti preferiscono avere una bella macchina oggi, per cui pagare tutta la vita. 

Solo chi è capace di rimandare le soddisfazioni immediate può diventare ricco “in fretta”.  

 

Perché sei andato a scuola?

happy graduates
Molte persone decidono di intraprendere un percorso universitario e dedicano 3-5 anni della loro vita allo studio, investendo tanto tempo e tanto denaro, senza avere nessun ricavo immediato. Si svegliano presto tutti i giorni, studiano tanto, si preparano per gli esami. Li passano. Non li passano. Studiano di più. Impazziscono per lo stress. Comprano libri. Pagano la benzina per andare ai corsi, andando persino a lavorare per procurare i soldi necessari per lo studio e lo fanno per un bel po’ di anni senza nessun’aspettativa di guadagnare subito. 

Com’è possibile questo? E’ possibile perché vedono l’università come un investimento in se stessi e nel proprio futuro. Pagano non solo le tasse universitarie, ma anche i libri, anche il trasporto e persino l’affitto per stare in un’altra città dove possano studiare. Cambiano stile di vita e accettano lavori temporanei (non piacevoli) per finanziare questo lungo percorso. 

Perché? Perché credono che ne valga la pena!  

 

Perché non succede lo stesso anche nel Network Marketing?

Network Marketing scuola
L’ho detto prima: perché le persone vogliono arricchirsi in fretta e non vedono l’attività come un investimento. Non sono disposte a fare le stesse cose, anche se ci sono più probabilità di avere successo in questo business. 

Se veramente dedicassero 5 anni delle loro vite al Network Marketing con lo stesso impegno, essendo disposte a sopportare lo stesso stress e a investire tempo e denaro nella stessa maniera (anche lavorando per finanziare l’attività), i risultati sarebbero davvero diversi

Ma chi molla, non vede il business come un investimento. Ci sono tante persone che oggi non vedono più l’università come un investimento e mollano gli studi dedicandosi ad altro. Infatti molti ci riescono anche. 

Tu vedi il Network Marketing come un investimento o come un lavoro che ti deve garantire le entrate subito? Pensi a lungo termine o a breve termine? Vuoi arricchirti in fretta o sei disposto a lavorare anche senza guadagnare molto e da subito (come d’altronde pensa qualunque imprenditore che apre un’attività in proprio)? Come vedi il business e qual è la visione che trasmetti ai tuoi potenziali partner quando parli del business? Li stai facendo pensare al futuro dicendo la verità o li stai illudendo imbrogliandoli con promesse fasulle?  

 

Qual è il vantaggio del duro lavoro nel Network Marketing?

lavorare duramente
All’inizio può darsi che tu lavori tanto senza guadagnare niente. Magari lavori 10 ore in un giorno e guadagni magari soltanto 40 euro con la vendita dei prodotti e forse con questi soldi neanche riesci a pagarti il telefono, il cibo e la benzina che hai dovuto consumare per spostarti quel giorno. 

In base a questa ipotesi, se all’inizio dell’attività consideri che stai guadagnando 4 euro all’ora, mentre vai avanti e costruisci il tuo team puoi arrivare a guadagnare anche 40 euro all’ora e persino 400 euro all’ora grazie all’effetto leva che il Network Marketing ti permette di sfruttare. Ma questo richiede duro lavoro e perseveranza e questo non piace tanto alle persone. 

Per questo all’inizio non viene trattato come un vero business e come un vero investimento. E’ possibile realizzare i tuoi più grandi sogni attraverso il Network Marketing, ma assolutamente non è possibile arricchirsi in fretta e facilmente. Non credere a nessuno che te lo promette e non prometterlo a nessuno. 

Guardalo come un investimento con i corrispondenti rischi, costi, impegni e potenziali guadagni. Chiediti se veramente vuoi pagare il prezzo per raggiungere il successoe se la risposta è sì, allora prendi la decisione di comportarti di conseguenza e non di provarci soltanto. 

Decidi di avere successo. Decidi di dare il massimo!  

La lista nomi: Come sfruttarla al massimo

Nel Network Marketing i contatti che abbiamo sono il nostro capitale sociale e il più delle volte ce li bruciamo perché non sappiamo utilizzarli nel modo giusto. Ma è possibile non bruciarseli? E’ possibile fare in modo che siano di più quelli che ci dicono di sì? E’ possibile fare in modo che anche chi ci dice di no, voglia comunque farci da ponte (volentieri) per presentarci qualcun altro che potrebbe essere più interessato di lui? 

Sì è possibile, se solo la lista nomi non venisse utilizzata come di solito viene utilizzata. Il più delle volte ci viene insegnato a fare la lista nomi dovendola riempire senza nessun criterio e dovendo poi chiamare tutti i nominativi per parlare dell’opportunità. Lo facciamo e la maggior parte di loro ci dice di no

Seguendo questo metodo, non solo riceviamo dei no, ma ci chiudiamo anche le porte perché in qualche modo ci sentiamo bloccati a richiamare di nuovo queste persone, sia per parlare nuovamente dell’opportunità sia per parlare di un’altra opportunità ancora. Semplicemente li bruciamo.  

 

Qual è il problema della lista nomi?

problema lista nomi
Il problema è lo scopo di questo strumento. In questo caso lo scopo della lista è solo quello di essere un contenitore di nomi da chiamare per fare una proposta. Quindi in questo caso quei nomi, per noi sono solo dei numeri, ma come abbiamo visto il Network Marketing non è un business di numeri soltanto, ma è soprattutto un business di persone

Mettiti nei panni delle persone che chiami: qualcuno che non senti da 10 anni, ad un certo punto, dal nulla, ti telefona e ti propone qualcosa dove devi investire dei soldi e si comporta come se ti volesse aiutare, condividendo con te "un’opportunità straordinaria". Magari lo fa anche senza applicare nessun criterio di selezione, come se non importasse minimamente se i suoi potenziali collaboratori sono in grado di fare l’attività oppure no. 

Chi di solito si mette in proprio e cerca un collaboratore vuole qualcuno che realmente lo può aiutare, qualcuno che sia qualificato e NON chiunque. Chi chiama chiunque viene percepito come un venditore che vuole piazzare qualcosa. Punto. Questo saresti tu. Tu stesso, come ti comporteresti se qualcuno ti trattasse come un numero, come un nome preso da un elenco telefonico? Collaboreresti mai con questa persona? NO!  

 

Lo scopo della lista nomi

scopo lista nomi
Fare la lista nomi non è sbagliato. Qualunque imprenditore che vuole creare qualcosa di grandioso in qualunque settore (non solo nel Network Marketing) deve avere una lista nomi con i suoi potenziali clienti e collaboratori perché non può fare tutto da solo. Inoltre qualunque imprenditore deve far crescere quella lista nomi

Qualunque imprenditore deve fare networking cioè ampliare sempre di più le sue conoscenze. Ma ciò che non deve fare un imprenditore è soltanto inserire dei nomi in un elenco per poi poter proporre loro qualcosa. Non importa quanto meravigliosa è l’opportunità che vuole condividere. Se si comporta così, a nessuno interesserà.  Infatti la maggior parte delle persone dice di no all’opportunità. 

Bisogna comportarsi in modo diverso e utilizzare la lista nomi in modo diverso. E’ giusto averla. E’ giusto farla crescere, ma non bisogna fermarsi qui e non bisogna guardare le persone come se fossero soltanto dei numeri. Bisogna fare molto di più perché la sponsorizzazione delle persone si fa prima di parlare con loro, non quando si parla dell’opportunità. E’ tutto un lavoro che deve essere fatto prima.  

 

Come fare una lista nomi che funziona

sistema che funziona
Se vuoi che i contatti che ti dicono di sì siano di più, non devi fare la lista nomi per chiamarli e proporre loro qualcosa, ma la devi fare per un’altra ragione. Devi riempirla coi nomi dei tuoi potenziali collaboratori e invece di immaginare come potrebbero aiutarti a crescere e guadagnare di più nel Network Marketing, dovresti chiederti in che modo puoi aiutare TU queste persone, in che modo puoi essere TU  utile a queste persone, senza parlare della tua opportunità. La tua lista nomi dovrebbe essere una lista, non di contatti da sfruttare, bensì di contatti da aiutare ancora prima di parlare loro della tua meravigliosa opportunità.

“Oh, ma sei scemo, Alex? Perché dovrei fare una lista nomi di persone da aiutare ancora prima di parlare loro dell’opportunità? Dov’è il vantaggio? Se poi non entrano, io ho perso il mio tempo e le mie risorse!”

So che può sembrare un ragionamento strano, ma ti assicuro che se la tua lista nomi avrà questo obiettivo le conversioni delle persone in collaboratori sarà molto più alta. Perché? Perché tu per queste persone rappresenterai una risorsa, qualcuno di cui si fidano, qualcuno che li sta già aiutando senza volere nulla in cambio e che quindi li aiuterà ancora di più se collaboreranno.  

 

Cosa scrivere nella lista nomi

scrivere la lista nomi
La lista nomi non dovrebbe contenere solo i nomi e i numeri di telefono. Dovrebbe contenere anche altre categorie di informazioni come “bisogni”, “necessità”, “sogni”, “desideri”, “hobby”. Dovresti quindi cercare di conoscere queste persone ed essere interessato a loro per capire in che modo puoi aiutarle, in che modo puoi essere una risorsa per loro, anche senza che tu abbia un vantaggio diretto da questo comportamento. 

Sai quali sono gli interessi principali dei tuoi potenziali collaboratori, i loro bisogni o i loro sogni? Se la risposta è no è questo ciò che dovresti scoprire. Se leggi un libro che può aiutarli a superare un loro problema, dovresti raccomandarglielo. Se conosci qualcuno che può aiutarli a risolvere un loro problema, dovresti presentarglielo. Se fossi a conoscenza di un evento a cui potrebbero partecipare per imparare come risolvere un suo problema, dovresti invitarli. 

E dovresti fare tutto questo ancora prima di parlare della tua opportunità. Per questo è molto importante leggere sempre, conoscere nuove persone e partecipare a più eventi che puoi. Devi sviluppare la tua capacità di ampliare le tue conoscenze per mettere le persone in contatto tra loro. Non devi avere paura che qualcuno ti possa rubare i contatti. Devi vivere nell’abbondanza sempre. L’abbondanza attira. La povertà no. 

Oltre ad aiutare le persone ed essere una risorsa per loro, conoscendoli e conoscendo i loro bisogni, le loro storie e le loro ambizioni, sarà infinitamente più facile per te parlare dell’opportunità. Potrai presentarla come una soluzione ad una loro necessità e non come una telefonata di vendita. In questo modo sarà infinitamente più appetibile.

 

Aggiorna sempre la lista nomi

aggiornare la lista
Oltre a farla crescere, una delle cose più importanti è quella di contattare periodicamente le persone per chiedere loro come stanno e per avere la possibilità di aggiornare la lista dei loro bisogni. Nel tempo possono cambiare quindi, non devi farlo una sola volta e basta. Devi farlo con una certa frequenza in modo che loro ti vedano e sentano che ci tieni.

I tuoi contatti sono i fiori del giardino in cui vivi: sia quelli che puoi trovare in terra che sugli alberi. Essi rendono la tua esistenza più bella e più ricca, ma solo se ti prendi cura di loro, solo se li bagni con costanza. Alcuni profumeranno la tua vita, altri diventeranno frutti e altri ti aiuteranno a non guardare le cose brutte.

Se non la pensi così, continua a pensare a te stesso e ai tuoi bisogni e continua a fare telefonate come prima, sperando che su 100 uno ti dirà di Sì e continuando a sperare che una volta che l’hai sponsorizzato e l’hai abbandonato lui continui a credere in te! Sicuramente diventerai un diamante! Se invece la pensi come me, metti “Mi piace” a questo articolo e se vuoi approfondire ancora di più il discorso sul networking leggi anche il nostro l’ebook L’opportunità.  

Come sponsorizzare persone nel Network Marketing

 

Come si fa a sponsorizzare una persona nel Network Marketing? Quali sono le cose che dobbiamo fare perché una persona voglia collaborare con noi? Quali sono le cose che i nostri potenziali partner vogliono sentire affinché ci dicano di sì? Queste sono tutte domande che dovremmo farci tutti i giorni. Se non te le stai facendo è un segnale negativo che indica che non stai prendendo sul serio la tua attività di Network Marketing. 

Credi che sia il prodotto a vendere l’opportunità? Credi che sia il prodotto al miglior prezzo a vendere l’opportunità? Credi che sia il fatturato raggiunto dall’azienda negli ultimi anni a vendere l’opportunità? Credi che sia l’opportunità in sé perché è la migliore a vendersi? No. Quello a vendere l’opportunità a qualcun altro sei tu. Chi entra a fare questo business non entra perché si tratta della miglior opportunità perché come vedrai questo è l’ultimo elemento che viene effettivamente valutato dal nostro potenziale partner. 

In questo articolo scoprirai cosa vuole il partner affinché decida di lavorare con te, quindi leggi con molta attenzione perché questo è forse il miglior articolo che hai mai letto sulla sponsorizzazione delle persone nel Network Marketing. Cosa vogliono i nostri potenziali partner per decidere di collaborare con noi?  

 

1. Vogliono che si tratti di una collaborazione, non di una vendita

collaborazione non vendita
La prima cosa che vogliono, ancora prima di sentire di che azienda e di che prodotto si tratta è che C-O-L-L-A-B-O-R-E-R-E-M-O con loro, che vogliamo che loro siano i nostri C-O-L-L-A-B-O-R-A-T-O-R-I e che noi saremo per loro gli strumenti per raggiungere i loro obiettivi. In nessun modo non ti devono vedere come un venditore che vuole piazzargli qualcosa e che dopo scomparirà nel nulla. 

Loro devono vedere e sentire che tu vuoi impegnarti ad aiutarli e che c’è un percorso che farete insieme per crescere entrambi. La parola chiave è quindi “collaborare”.Devono immaginare un’attività che si svolgerà I-N-S-I-E-M-E e che tu ci sarai. Devono immaginare e credere che il tuo obiettivo non è quello di chiudere il contratto(che in realtà dovrebbe essere la cosa più facile), ma di iniziare una collaborazione per unire le forze. Devono vedere in te la persona che le porterà al successo.  

 

2. Vogliono che tu abbia le capacita' per portarli al successo

portare al successo
Se il tuo potenziale partner non crede che tu lo puoi portare ad ottenere i risultati desiderati, non collaborerà con te. Se non riesci a persuaderlo che attraverso questa collaborazione, tu riuscirai effettivamente ad aiutarlo (magari insieme al tuo sponsor o ancora meglio, insieme a tutto il team), lui non collaborerà con te. 

Quindi prima di cercare di convincere lui che puoi aiutarlo, devi essere convinto tu al 100% che il Network Marketing funziona. Devi sapere cos’è questa opportunità e come funziona. Se sei ancora all’inizio devi avere qualcuno che può darti una mano e possibilmente deve essere una persona in grado di farlo, perché il tuo potenziale partner può fidarsi di te, ma non per forza deve fidarsi delle tue scelte imprenditoriali. In ogni caso il tuo credo nell’attività deve essere talmente forte da contagiarlo. 

E devi assolutamente acquisire le capacità per portarlo al successo. La formazione continua è essenziale. Se non continui a studiare, ad applicare, a provare a fallire, non aspettarti di arrivare al top.  

 

3. Vogliono essere ascoltati

ASCOLTO
Non potrò mai ribadire abbastanza l’importanza dell’imparare ad ascoltare i nostri potenziali partner e non mi riferisco alla capacità di stare zitti mentre parlano. Mi riferisco alla capacità di ascoltare attivamente, con le orecchie, con la mente, con il cuore e anche con il corpo. 

I nostri potenziali partner sono molto sensibili quando parlando dei loro bisogni e se decidono di dirti quali sono, vogliono che tu li ascolti attentamente, non che stai zitto, aspettando un momento di silenzio per fare la tua offerta. 

Se puoi, non ascoltare più la tua mente. Non ascoltare più quella voce che critica, ma ascolta la persona che hai davanti. Ascolta perché non si tratta di te, ma si tratta di loro. Loro devono sentire veramente che hai capito i loro bisogni perché li hai ascoltati e che sei in grado di fornire una soluzione.  

 

4. Vogliono capire qual e' il rischio e sentire che quel rischio e' basso

rischio business
Le persone non lavoreranno mai con te se sentono che l’attività è troppo rischiosa. Certe volte l’attività è percepita in modo sbagliato anche grazie alla disinformazione che c’è in giro. Una delle cose che devi essere in grado di fare è minimizzare la percezione del rischio. Essendo sincero, devi saper spiegare come il nuovo partner può riguadagnare i soldi che ha investito in modo da non vedere l’investimento come una possibile perdita. Anzi, devi essere in grado di spiegargli come può guadagnare molto più di quello che ha investito. 

Per imparare quali sono i rischi che comporta un’attività di Network Marketing e come minimizzare la percezione del rischio, leggi questo articolo. E’ di vitale importanza che il tuo potenziale partner si senta al sicuro a collaborare con te. 

Inoltre non devi mai girare intorno a nessun argomento. Indipendentemente che si tratti del costo del prodotto, del costo del trasporto, dell’investimento da fare ecc. devi essere chiaro e dire come stanno le cose. A nessuno piacciono le sorprese. Sii schietto, trasparente e corretto. Così vorresti essere trattato anche tu.  

 

5. Vogliono sapere che la scelta che stanno facendo e' la miglior scelta possibile

la miglior scelta network marketing
Ho messo questo elemento per ultimo perché non è il fatto che si tratti della miglior opportunità (come si crede di solito) a convincere le persone a collaborare con noi.  Tanti hanno aderito ai miglior progetti possibili, ma non hanno guadagnato un euro. Quindi, non è l’opportunità a convincerli, ma un’insieme di più elementi che abbiamo già analizzato. 

L’opportunità è l’ultimo di questi elementi e nonostante questo, l’opportunità deve essere percepita come la migliore, sia per quanto riguarda il prodotto, che il piano marketing, sia per la serietà che la stabilità dell’azienda. 

Le persone devono sapere che non possono avere qualcosa di meglio perché altrimenti, nonostante tutto, possono decidere di non scegliere e di rimandare per valutare anche altri progetti. Tutti vogliono avere il meglio, quindi sii preparato e sappi perché la tua azienda è la migliore!  

 

Ecco alcune domande a cui rispondere ora:

  1. Quando chiudi un contratto stai cercando veramente un collaboratore o stai solo cercando di chiudere un contratto?
  2. Ti stai formando? Lavori per diventare sempre più capace? Fai tutto il possibile per raggiungere il successo e per portare le persone al successo?
  3. Ascolti veramente le persone? Sai individuare i loro bisogni e trasmettere che hai compreso cosa cercano? Sai quando devi stare zitto e quando parlare?
  4. Conosci quali sono i rischi dell’attività? Sai come fare per minimizzare il rischio percepito? Sai come rassicurare il tuo partner che sta facendo la scelta giusta?
  5. Conosci veramente bene l’opportunità che vuoi condividere, per trasmettere che si tratta della miglior opportunità in assoluto?